Milano, vandali scatenati contro il Museo Diocesano pronto per l’omaggio a Martini: follia di tag

MILANO

Tutto era pronto per la cerimonia con l’arcivescovo Angelo Scola, il sindaco Giuseppe Sala e il presidente della Regione Roberto Maroni, domani mattina, ore 11. Ma qualcuno ha pensato bene di imbrattare la facciata esterna del museo Diocesano che deve essere intitolato al cardinale Carlo Maria Martini, evento solenne nell’ambito delle celebrazioni per i 90 anni. Milano, vandali scatenati contro il Museo Diocesano intitolato a Martini La facciata è stata trovata vandalizzata ieri mattina, dai custodi. Uno sgarbo, un’offesa alla memoria, o soltanto un imbrattamento come i tanti che vengono fatti nelle notti del Ticinese? La risposta potranno darla solo le indagini che il commissariato di zona farà a partire dalle immagini delle molte telecamere installate nei paraggi. Ma il problema è che le tag, le frasi non sense e i disegni a spray sulla facciata del museo che affaccia su corso di Porta Ticinese e sui chiostri di Sant’Eustorgio, ieri, hanno messo in grave difficoltà lo staff della Curia che si occupa delle celebrazioni per l’anniversario martiniano. Gli operai avevano appena finito di mettere sulla parete, sotto alla scritta “Museo Diocesano”, il nome del cardinale che guidò la Diocesi Ambrosiana dal 1979 al 2002. Fu lo stesso Martini, il cardinale biblista, esegeta di fama mondiale, vent’anni fa, a volere il museo in quel luogo e con quel nome, per custodire le opere d’arte della chiesa ambrosiana, portando qui alcuni capolavori che prima erano in Curia, dove nessuno poteva ammirarli. Il museo, in quella che fu la culla del cristianesimo in città, collegato alla cripta paleocristiana sotto alla basilica, è uno dei più importanti poli d’arte in città, al centro di un percorso storicoarcheologico sul quale puntano molto sia la Diocesi, sia Palazzo Marino. Milano ricorda il cardinal Martini, due giorni di eventi per celebrare i 90 anni del cardinale Per questo l’arcivescovo Scola, in vista delle celebrazioni promosse dai gesuiti del San Fedele, ha deciso di intitolare il museo al suo predecessore. Un altro segno visibile nella città del cardinale a cui è stata intitolata anche l’ex via dell’Arcivescovado, che costeggia il Duomo. Sulla facciata del Diocesano Scola scoprirà una targa di marmo. Dopo lo sfregio portato dai writer sulla facciata appena rinnovata del museo, si è rischiato che la cerimonia fosse annullata. Ma gli operai sono al lavoro, e l’impegno verrà rispettato.

ARTICOLO DEL 15 FEBBRAIO 2017, LA REPUBBLICA.IT

Diocesano intitolato a Martini Il blitz dei writer vandali non rovina la festa del museo

Stamattina alle 11 il Museo Diocesano verrà intitolato al cardinale Carlo Maria Martini nel novantesimo anniversario della sua nascita. La cerimonia si svolgerà regolarmente, nonostante i writer abbiano provato a rovinare la festa deturpando nell’immediata vigilia l’ingresso dello spazio culturale: a giudicare dalle tag lasciate dai vandali, dovrebbe trattarsi di giovani graffitari appartenenti a due crew emergenti di Marcallo con Casone.

IL GIORNO

Share This Post

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>